Navigation öffnen
Startseite » News » Verkehrsrecht » Abgasskandal » Residenza in Italia? Aderisci ora all’azione collettiva nei confronti di Volkswagen – Come WBS, in collaborazione con lo Studio Legale Grigolli & Partner, può assisterti

Residenza in Italia? Aderisci ora all’azione collettiva nei confronti di Volkswagen – Come WBS, in collaborazione con lo Studio Legale Grigolli & Partner, può assisterti

Il gruppo Volkswagen ha frodato diverse centinaia di automobilisti, utilizzando un software che falsificava i dati sui gas di scarico, e ciò ha provocato un abbassamento del valore delle auto. Adesso anche gli automobilisti italiani hanno la possibilità di aderire all’azione collettiva e chiedere il risarcimento dei danni subiti. Ma quali sono le prospettive se la class action dovesse avere successo? E come si può partecipare all’azione collettiva? Noi di WBS abbiamo già aiutato numerose vittime in modo rapido, efficace e competente. Saremo lieti di rispondere alle tue domande e di darti aiuto per aderire – contattaci oggi stesso!

Il gruppo Volkswagen (VW) ha manipolato i veicoli diesel inserendo un software che faceva risultare regolari i dati relativi ai gas di scarico. In tutto il mondo e per tutti i marchi del gruppo, circa undici milioni di veicoli sono dotati di un motore diesel manipolato del tipo EA 189 di cui cinque milioni di essi sono Volkswagen, ma sono interessate anche Skoda, Seat e Audi. Migliaia dei veicoli il cui valore è stato così falsificato si trovano in Italia.

Dopo che si era conclusa l’azione collettiva proposta dalla Federazione delle organizzazioni dei consumatori tedeschi (vzbv) nei confronti del gruppo VW (la quale ha riguardato gli acquirenti tedeschi di auto del gruppo VW) è stata ammessa anche un’azione collettiva presentata dai difensori dei consumatori italiani contro VW. L‘ annuncio è stato fatto dalla Corte d’Appello (OLG) di Braunschweig nel dicembre 2020.

Diritto al risarcimento da parte di VW anche per gli automobilisti italiani

L’azione collettiva per gli automobilisti non si è conclusa con una sentenza, perché è stato possibile raggiungere un accordo stragiudiziale. Circa 260.000 consumatori tedeschi che hanno aderito all’azione collettiva hanno ricevuto un pagamento in un’unica soluzione tra i 1.350 e i 6.257 euro. I consumatori stranieri sono stati invece esclusi dall’accordo.

L’associazione dei consumatori altoatesini (Verbraucherzentrale Südtirol) ha quindi presentato un’azione collettiva in Germania per verificare se e in che misura il risarcimento da parte di VW spetti anche a coloro che hanno acquistato un veicolo Volkswagen in Italia, come la giurisprudenza ha già stabilito a favore degli automobilisti tedeschi. I consumatori italiani danneggiati hanno ora la possibilità di far valere congiuntamente i loro diritti nei confronti di Volkswagen AG.

Saremo felici di aiutarvi e sfruttare l’esperienza che come studio legale abbiamo maturato in merito al cosiddetto Dieselgate. Ecco come.

Questo è un passo assai importante e positivo per le migliaia di consumatori italiani i cui diritti erano stati esclusi dalle trattative di liquidazione della prima azione collettiva perché non residenti in Germania al momento dell’acquisto.

La nuova azione collettiva dedicata a chi risiede in Italia riguarda anche i veicoli Audi, Skoda e Seat, che hanno un motore della serie EA189 (standard EURO 5 o EURO 6) con un dispositivo classificato come illegale. Questa volta tocca ai veicoli acquistati in Italia.

I clienti italiani VW interessati possono ora aderire a questa azione collettiva

I consumatori italiani che possiedono o hanno posseduto un veicolo nuovo o anche usato con il motore in questione (EA 189) possono ora iscriversi al registro dei partecipanti all’azione collettiva, e questo vale per TUTTI i consumatori residenti in Italia! L’iscrizione deve essere presentata tempestivamente e per iscritto all’Ufficio Federale di Giustizia (BfJ). L’iscrizione si considera tempestiva se è ricevuta dal BfJ entro il giorno prima della prima udienza.

In qualità di studio legale tedesco affermato ed esperto, e in collaborazione con il rinomato Studio Legale italo-tedesco Grigolli & Partner di Milano, saremo lieti di assistervi nell’iscrizione e siamo ovviamente disponibili a offrirvi la nostra consulenza anche per qualsiasi altra vostra esigenza.

Quali sono le conseguenze per chi partecipa a un’azione collettiva?

L’azione collettiva ha il pregio di sollevare il consumatore da una gran parte dell’impegno e dei costi legati a un procedimento giudiziario. In questo caso il rischio delle spese legali è esclusivamente a carico dell’associazione dei consumatori altoatesini. Il tribunale deve ora stabilire in modo vincolante se la VW sia tenuta o meno a pagarti un risarcimento. L’esito del processo sarà vincolante per te e per tutti gli altri consumatori aderenti, come se ciascuno di voi avesse proposto un’azione individuale. E sarà vincolante anche e per tutti i tribunali (tedeschi) che dovessero decidere ciascun caso che ciascuno di voi dovesse poi avviare per stabilire a quanto debba ammontare il risarcimento che il giudice dell’azione collettiva ha stabilito che vi spetti.

Se l’azione collettiva avrà successo, per i consumatori interessati sarà molto più facile far valere il proprio diritto al risarcimento dei danni. Se infatti la causa dovesse concludersi a favore dell’associazione dei consumatori altoatesini e il tribunale dichiarasse che VW è tenuta a pagare un risarcimento, questo punto – il diritto al risarcimento – resterebbe invariato anche nella successiva causa individuale. Le possibilità di successo sarebbero quindi molto più alte.

Questo però non significa automaticamente che sarai risarcito. L’azione collettiva ha soltanto lo scopo di accertare l’eventuale esistenza o meno di un diritto. La questione del valore di un tale diritto e quindi dell’importo eventualmente da pagarti dovrà poi essere chiarita da te in una successiva azione individuale.

Non si può escludere che anche questa azione collettiva si concluda con un accordo, nel qual caso, come partecipante interessato, potrai decidere se aderire all’accordo. Aderendo all’accordo avresti diritto al risarcimento da parte di VW. Resta comunque fermo il tuo diritto di non aderire e di essere estromesso dall’accordo.

Chi può partecipare all’azione collettiva?

Possono partecipare all’azione collettiva gli acquirenti di veicoli Volkswagen, Audi, Seat, Skoda con un motore diesel VW EA189 che sia stato dichiarato illegale dall’Autorità federale dei veicoli a motore tedesca (KBA) o da un’altra autorità analoga europea.

Ecco come WBS in cooperazione con Grigolli & Partner possono aiutarvi

Compilare i moduli e descrivere le ragioni della domanda non è così facile per i profani del diritto e lo è ancor di più se vivi in Italia e devi agire in Germania.

Ti facciamo allora questa proposta: se vuoi ancora far valere tempestivamente i tuoi diritti contro il gruppo VW a causa del Dieselgate, ti consigliamo di aderire all’azione collettiva. Ci occuperemo noi di tutte le formalità e cercheremo di capire con te se nel tuo caso è possibile o meno aderire. Se arriviamo alla conclusione che l’azione collettiva è effettivamente il modo giusto per far valere i tuoi diritti, compileremo il modulo insieme a te in modo professionale, efficace e tempestivo.

Questo sarà il primo importante passo per potere poi avanzare la richiesta di risarcimento danni. Nel prosieguo del procedimento riceverai molti documenti, ognuno dei quali ti sarà spiegato in maniera dettagliata. Inoltre, a tempo debito chiariremo anche se converrà accettare un possibile accordo con la VW. È vero che il procedimento può durare diversi anni, però noi ti forniremo assistenza legale per tutto il periodo.

Se hai un’assicurazione per le spese legali, possiamo fatturare direttamente a essa. È però importante notare che l’assicurazione copre le spese solo nel caso in cui sia già attiva prima della richiesta di risarcimento. Molte compagnie di assicurazione fanno addirittura riferimento al momento del contratto di acquisto.

Se invece non hai un’assicurazione per la tutela legale, ti offriamo i servizi di cui sopra al prezzo di 299 € IVA inclusa.

Compila il modulo di contatto per essere richiamato: